Letteratura Wiki
Advertisement
Letteratura Wiki

Ritratto immortalato di H.G Wells

H. G. Wells, pseudonimo di Herbert George Wells (Bromley, 21 settembre 1866 – Londra, 13 agosto 1946), è stato uno scrittore britannico tra i più popolari della sua epoca. Autore di alcune delle opere fondamentali della fantascienza, è ricordato come uno degli iniziatori di tale genere narrativo, grazie alle sue opere, Wells è stato definito come un "padre della fantascienza", insieme a Jules Verne e Hugo Gernsback. Unu delle famose opere è "La Macchina del Tempo", "La Guerra dei Mondi"

Fu comunque uno scrittore prolifico in molti generi, tra i quali narrativa contemporanea, storia e critica sociale: mostrandosi in particolare in quest'ultimo genere decisamente lungimirante, quasi profetico. Dedicò i suoi talenti letterari allo sviluppo di una visione progressiva su scala globale. Come futurista scrisse una serie di lavori utopici prevedendo con buon anticipo innovazioni tecnologiche come l'avvento di aerei, carri armati, viaggi spaziali, armi nucleari, televisione satellitare e qualcosa che assomigliava al World Wide Web.

Nell'ambito del giornalismo Wells ha scritto quello che in seguito ha descritto come "vari" schizzi, dialoghi e saggi, (anche drammaturgia e recensioni critiche di libri) sia prima che durante il periodo in cui stava lavorando alla sua miglior fantascienza. La quantità di questi scritti giornalistici è considerevole. Oltre duecento articoli pubblicati tra il 1887 e il 1898, ai quali si aggiungono articoli non formati o pubblicati con pseudonimi. Di questo primo giornalismo, Wells ha ristampato solo una piccola frazione. A suo stesso giudizio, gran parte di quel giornalismo poteva essere considerato abbastanza buono per essere stampato ma non abbastanza da concedere la ristampa. Fu anche un brillante comunicatore della scienza, attirando molte amicizie con diversi scienziati, non ultimo, Richard Gregory, l'astronomo, conosciuto durante il periodo universitario di Wells, e secondo editore di Nature. Wells pubblicherà 25 articoli sulla rivista per oltre 50 anni, ispirando e provocando decine di pensatori contemporanei a contribuire con una ondata di corrispondenza, recensioni di libri, avvisi e altri commenti sulla sua produzione.

Wells fu un franco sostenitore del socialismo e del pacifismo, come dimostrano le sue ultime opere, divenute gradatamente più politiche e didattiche. I romanzi nel mezzo della sua carriera (1900-1920) furono più realistici, contemplando la vita della classe medio-bassa, la "Nuova donna" e le suffragette. Fu un forte assertore dell'idea di "Stato mondiale", alla cui promozione dedicò l'ultima parte della propria vita.

Nel corso della sua lunga carriera Wells usò vari pseudonimi, tra cui quello di Reginald Blis.

Biografia[]

Herbert George Wells nacque al 47 di High Street a Bromley, nel Kent, il 21 settembre 1866. Chiamato "Bertie" in famiglia, era l'ultimo dei quattro figli di Joseph (Joe) Wells (14 luglio 1828–14 ottobre 1910), giardiniere e in seguito negoziante e giocatore di cricket, e Sarah Neal (10 ottobre 1822–1905), domestica.

I due si conobbero nel 1851 mentre Joseph prestava servizio come giardiniere presso Uppark, l'importante dimora del XVII secolo appartenuta al barone sir Matthew Fetherstonhaugh, situata nei pressi di South Harting dove Sarah, figlia di George Neal (1797 - 1853), un locandiere di Midhurst nel West Sussex, e di Sarah Benham, prestava servizio come domestica, lavoro ottenuto dopo avere svolto dal 1836 al 1840 l'apprendistato obbligatorio come sarta e parrucchiera. Si sposarono a Londra, il 22 ottobre 1853, anno della morte del padre di Sarah. due anni dopo il matrimonio Sarah darà alla luce Frances Sarah Wells, alias Fanny (1855 - 1864) prima di quattro figli.

I lavori svolti da Joseph e Sarah presso la dimora di Uppark daranno la possibilità a Wells di soggiornarvi diversi anni dopo, grazie ai buoni rapporti mantenuti da entrambi nei confronti dei proprietari, l'esperienza vissuta sarà fonte di ispirazione per il romanzo Tono-Bungay.

La famiglia rientrava nel ceto della bassa borghesia e, dal momento che non c'erano ripari o aiuti nel sistema sociale per far fronte all'eventualità di una perdita accidentale del lavoro, come era già capitato in due occasioni a Joseph, unito alla scarsa ospitalità della propria famiglia fece maturare in Joseph e Sarah l'idea di diventare padroni di se stessi, in modo di ottenere una propria casa e una propria attività anche con l'aspettativa di un reddito incerto. Riuscirono a rilevare, a condizioni estremamente ragionevoli il 23 ottobre 1855 l'attività di un cugino di Joe, George Wells, situata in High Street a Bormley nel Kent. Ciò fu possibile grazie ad un anticipo di 100 £ sull'eredità richesto da Joseph alla propria famiglia e tutti i pochi risparmi messi da parte nel corso degli anni.

L'attività si occupava principalmente della vendita di porcellana e stoviglie, ed in seguito articoli sportivi, anche se l'investimento non fu mai prosperoso.

Advertisement